sabato 28 settembre 2013

Raduno O.T.S. 2013/2014: chi ben comincia...

Si è svolto in queste ore il raduno pre-campionato O.T.S. per la stagione sportiva 2013/2014: prima parte, quella atletica, presso il campo sportivo C.I.S. di Nola, mentre per quella tecnica e per i suoi momenti conviviali, ad ospitare gli arbitri bruniani ci ha pensato egregiamente l'Hotel dei Platani. I risultati sono incoraggianti da più punti di vista: da quello atletico, i ragazzi sembrano aver metabolizzato l'ormai famigerato Yo-Yo Intermittent Recovery Test, con pochissime eccezioni, a cui sarà data la possibilità tra un mese di recuperare. Ma il risultato assolutamente sorprendente è stato quello dei quiz tecnici: nessuno fermato, sia tra gli arbitri che tra gli osservatori. Ma i test, oltre a testare la qualità dei giovani ragazzi della sezione, hanno offerto degli spunti e dei momenti davvero importanti. Sin dalla mattina, infatti, gli associati hanno avuto la possibilità di conoscere l'ottimo lavoro dell'associato Daniele Pierno, nutrizionista e nuovo referente medico sezionale, che ha misurato i ragazzi secondo i parametri di altezza, peso e circonferenza. I risultati, proiettati successivamente in albergo, sono serviti per un'analisi utilissima per il futuro, con i giovani arbitri che potranno approfittare delle consulenze del nostro associato. Importante un suo passaggio durante la spiegazione: "Non è importante che un arbitro sia magro ed è grave che alcuni possano avvicinarsi a parametri rasenti l'obesità. Voi, che siete atleti, dovete essere in una situazione di equilibrio, corretta per l'attività che svolgete". Poi, l'intervento del Vice-Presidente C.R.A. che ha elogiato il lavoro della sezione di Nola: "Avete la fortuna di poter lavorare con un Presidente di Sezione che ha l'entusiasmo del primo giorno. Conosco anche tutti i suoi collaboratori e fanno un gran lavoro. Approfittatene e crescete con la coscienza di avere delle ottime guide". Dopo tali interventi ed i quiz tecnici, è stato il momento del pranzo, importantissimo per cimentare il valore del gruppo e abbassare la tensione dei test. Seconda parte della giornata, quelle delle disposizioni tecniche. Prima, congiunte ad osservatori ed arbitri, date prima dal Presidente Vitale e poi dal componente del Settore Tecnico, Salvatore Santomarco. Proprio da Vitale, l'input ad un comportamento idoneo alla stagione che la sezione vivrà nei prossimi mesi: "L'arbitro deve essere parte della Sezione, viverla e passare sempre attraverso la Sezione. Chi non si adegua a tale realtà non avrà mai successo, neanche nella vita di tutti i giorni". Dopo le spiegazioni di Salvatore Santomarco sul fuorigioco, è stato il momento di Carmine Russo, che ha letteralmente ammutolito la platea con delle disposizioni chiare, schiette e piene di vissuto arbitrale. Chiare le parole del nostro arbitro di CAN A: "Fate cose semplici, applicate il regolamento. Non dovete improvvisare. Siate sempre educati, ma sicuri. Con i dirigenti, così come con i calciatori: loro vi valutano dal primo momento. Il Comportamento segnerà la vostra carriera". L'alba è radiosa ed il gallo ha cantato forte e chiaro!