Corso Arbitri

Ad indire il Corso Nazionale per Arbitri di calcio è il Comitato Nazionale dell'Associazione Italiana Arbitri, che prevede, dopo la metà di Settembre, un periodo comune a tutte le sezioni di Italia per il completamento del suddetto. Ecco le informazioni più importanti:

1) Il corso arbitri è destinato a uomini e donne, di età compresa tra i 15 (da compiere entro la data dell'esame) ed i 35 anni ed COMPLETAMENTE gratuito: l'associato non dovrà sostenere spese per il corso ed alla fine dello stesso, otterrà una divisa ufficiale DIADORA, un fischietto, un taccuino. A sue spese, invece, il neo arbitro dovrà procurarsi SCARPE DA CALCIO, CRONOMETRO, e dovrà sostenere la visita medico-sportiva, con il rilascio di un certificato di idoneità per la pratica sportiva (da rinnovare ogni anno)Nelle scorse edizioni, la nostra sezione, ha organizzato incontri con medici convenzionati, per contenere i costi di tale certificato. Quindi, nessuna fretta! Iniziate con il seguire il corso, e poi vi comunicheremo come procedere!

2) Il corso è articolato in lezioni in aula: si deciderà nei primi incontri il calendario, in base alle esigenze dei presenti. Gli incontri settimanali saranno 2, della durata di circa 1 ora e mezza: si alterneranno vari relatori, tra cui il Presidente Severino Vitale e il Vice Presidente Giovanni Sasso, che seguiranno lo schema previsto dal Settore Tecnico, con l'alternanza di presentazioni powerpoint e video illustrativi. 

3) Capitolo iscrizione: quest'ultima è differenziata per minorenni e maggiorenni, e viene da noi richiesta una volta iniziato il corso, a quei ragazzi convinti di voler proseguire (scaricabile dal sito www.aianola.it sezione SEGRETERIA - DOWNLOAD E MODULISTICA). Nei primissimi incontri, è ancora prematuro consegnare tale documentazione, preferiamo che la consegna avvenga da parte di chi, una volta compreso lo spirito della nostra associazione ed apprezzata la prima "infarinatura", in maniera convinta decida di proseguire il percorso che porterà all'esame da arbitro.

4) Esame: si svolge solitamente alla metà del mese di dicembre, e comprende una fase scritta, composta da quiz tecnici, ed una fase orale, con la presenza di componenti regionali esterni alla sezione, che interrogano gli aspiranti arbitri sulle regole del giuoco del calcio.

5) In attesa di seguire le prime lezioni, è possibile scaricare il regolamento del giuoco del calcio, aggiornato agli ultimissimi cambiamenti avvenuti il 1 luglio, cliccando sul seguente link http://aia-figc.it/download/regolamenti/reg_2017.pdf

6) A metà corso, gli aspiranti arbitri sosterranno delle lezioni sul campo, sia per gli spostamenti sia per far capire quali sono i compiti di un arbitro ed anche per capire quali sono le potenzialità atletiche  di ognuno dei ragazzi. E' superfluo ricordare che un arbitro debba essere "atleta tra gli atleti", quindi è imprescindibile la volontà, da parte di chi ha intenzione di diventare arbitro, di allenarsi secondo le metodologie che verranno esaminate e spiegate durante il corso.

7) Vi chiederete, e la tessera per accedere allo stadio? Confermiamo che, il superamento dell'esame da arbitro, prevede il diritto ad una tessera federale (strettamente personale), che permette di accedere a tutti gli stadi italiani in forma gratuita. Questa, però, non viene consegnata nell'immediato, ma viene consegnata, solitamente nel periodo Agosto-Settembre di ogni anno: quindi i neo arbitri attenderanno il 2018 per vedersi recapitare tale tessera.

8) Sebbene il corso non abbia costi, la nostra Associazione prevede che ogni appartenente ad essa, sostenga le spese di una "quota associativa" che varia da sezione a sezione, in base al numero degli associati e a valutazioni della dirigenza sezionale. Per quanto riguarda la nostra realtà, al momento la quota associativa ammonta ad € 48 annuali, che ogni associato dovrà pagare entro il mese di marzo di ogni anno.

9) L'attività arbitrale è rimborsata: ogni gara da diritto ad un rimborso spese che varia in base alla categoria arbitrata, ai chilometri percorsi e ad altre variabili. Il rimborso viene elargito tramite assegno circolare destinato all'associato oppure tramite accredito su conto corrente o carta prepagata con IBAN. I dettagli vi saranno chiariti durante il corso.

Per ogni altra notizia, restate aggiornati sul nostro sito www.aianola.it e sulla pagina facebook Sezione AIA di Nola.